Usa, conferma della giudice Barrett alla Corte Suprema: vittoria per Trump

Con 52 voti a favore e 48 contrari prende il posto di Ruth Bader Ginsburg

Amy Coney Barrett e Donald Trump (AP Photo/Alex Brandon)

NEW YORK – Il Senato Usa ha confermato la nomina della giudice Amy Coney Barrett alla Corte Suprema con 52 voti a favore e 48 contrari. Barrett ha successivamente giurato in una cerimonia alla Casa Bianca davanti a una folla di 200 persone. Il prossimo giuramento è atteso per oggi alla Corte. La giudice ha preso il posto dell’icona liberale Ruth Bader Ginsburg. Il Senato si è spaccato tra repubblicani e democratici che hanno contestato la nomina di Barrett voluta dal presidente Donald Trump a una settimana dall’Election Day.

La scelta del tycoon di coprire il posto vacante di Ruth Bader Ginsburg apre potenzialmente una nuova era di sentenze sull’aborto, l’Affordable Care Act (Obamacare) e persino le elezioni. I democratici non sono stati in grado di fermare il risultato. Barrett, 48 anni, è la terza giudice scelta da Trump alla Corte Suprema. La sua nomina a vita come 115° giudice consolida l’inclinazione a destra della Corte di 6 a 3.

Il voto di lunedì sera è stata la conferma di un giudice dell’Alta corte più vicina a un’elezione presidenziale, e la prima in quasi 150 anni senza il sostegno del partito di minoranza. Il vicepresidente Mike Pence non ha presieduto la seduta al Senato dopo che alcuni suoi collaboratori sono risultati positivi al Covid-19. Ma questo non ha impedito ai repubblicani di raggiungere la maggioranza. Solo una repubblicana, la senatrice Susan Collins, che è impegnata in una serrata lotta per la rielezione nel Maine, ha votato contro, non su una valutazione diretta di Barrett, piuttosto, Collins ha detto: “Non credo sia giusto né coerente un voto di conferma del Senato prima delle elezioni”.

Barrett, giudice della corte d’appello federale dell’Indiana, dovrebbe prestare il giuramento giudiziario amministrato dal giudice capo John Roberts. In una cerimonia privata oggi presso la corte per cominciare a lavorare. Il giuramento alla Casa Bianca si è svolto nel rispetto delle regole sanitarie. Per contenere la diffusione del virus con i repubblicani che hanno indossato le mascherine. Contrariamente a quanto fatto durante la prima cerimonia in onore della giudice a seguito della quale sono risultati positivi diversi membri del Gop.

I Democratici hanno sostenuto per settimane che il voto fosse stato affrettato in modo improprio. Parlando verso mezzanotte di domenica, la senatrice Elizabeth Warren, ha definito il voto “illegittimo” e “l’ultimo sussulto di una festa disperata”. Diverse questioni sono in attesa di decisione solo una settimana prima del giorno delle elezioni e Barrett potrebbe essere un voto decisivo negli appelli presentati dai repubblicani sul conteggio dei voti per corrispondenza ancora pendenti in North Carolina e Pennsylvania. I giudici stanno anche valutando la richiesta di Trump di impedire al procuratore distrettuale di Manhattan di acquisire le sue dichiarazioni dei redditi. E il 10 novembre, la corte dovrebbe ascoltare la sfida sostenuta da Trump all’Affordable Care Act dell’era Obama.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome