Calcio Roma, Fonseca: “Critiche? Penso a lavorare. Dobbiamo subire meno gol”

"Smalling? Giocherà titolare. E' un giocatore importante per noi, ma non ha una relazione diretta con la prestazione difensiva della squadra. Non possiamo parlare solo dei difensori, questi tre ragazzi che hanno quasi sempre giocato in questa stagione e hanno sempre fatto bene".

Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse

ROMA – “Smalling? Giocherà titolare. E’ un giocatore importante per noi, ma non ha una relazione diretta con la prestazione difensiva della squadra. Non possiamo parlare solo dei difensori, questi tre ragazzi che hanno quasi sempre giocato in questa stagione e hanno sempre fatto bene”. Così Paulo Fonseca, allenatore della Roma, alla vigilia della sfida casalinga di Europa League con il Cska Sofia, sui modi per migliorare i meccanismi difensivi. “Troppe critiche verso di me? Sono concentrato nel lavoro”, ha spiegato il portoghese in conferenza stampa.  Il mister giallorosso è poi tornato al match con il Milan: “Loro sono una squadra fortissima sulle palle ferme, ma noi non abbia difeso come facciamo di solito. Possiamo far meglio, ci siamo dimostrati quasi sempre sicuri sulle palle ferme, non sono preoccupato. Come migliorare l’approccio? L’importante – ha sottolineato – è vedere che la squadra che sta bene, ha fiducia e ha fatto una bella partita. Quello su cui dobbiamo migliorare è nel non prendere gol. La squadra ha dimostrato grande carattere e ha fatto una buona partita”. Sull’inserimento di Borja Mayoral, Fonseca ha dichiarato: “E’ un attaccante e giocherà come punta. E’ un giovane che ha bisogno di adattarsi, ha giocato sempre in realtà diverse da questa. Ha lavorato molto nella partita con lo Young Boys, era una partita difficile, con campo sintetico. Ho fiducia in lui, ha bisogno di tempo”.


Quindi Fonseca si è soffermato sugli avversari di domani: “Serve l’atteggiamento giusto. E’ vero che non sono stati regolari nelle ultime partite ma non possiamo dimenticare che hanno battuto il Basilea, squadra fortissima. Loro sono forti fisicamente, hanno giocatori bravi nell’uno contro uno. Non so cosa succederà perché hanno appena cambiato allenatore, però dovremo avere concentrazione e l’atteggiamento giusto”. Riguardo l’emergenza virus e le possibili riflessioni del mondo del calcio, il portoghese ha commentato: “E’ una situazione complicata, credo che tutte le squadre siano molto rigorose. Ho fiducia nelle autorità, voglio credere che non cambierà nulla per il campionato, credo sia importante andare avanti così”.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome