Saccone: “La Raggi segua Appendino, disattivi Ztl e strisce blu”

"La situazione del trasporto pubblico nella Capitale è ormai insostenibile"

Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse in foto Virginia Raggi

ROMA – “La situazione del trasporto pubblico nella Capitale è ormai insostenibile. Anche stamani, a due giorni dall’entrata in vigore del nuovo Dpcm che dovrebbe incentivare ancora di più la Dad e lo smart working, gli autobus e le metropolitane sono stracolmi, ben oltre l’80% consentito, con buona pace della Ministra De Micheli che si ostina a sostenere il contrario. E’ giunto il momento che la sindaca Virginia Raggi faccia un salto (seppur tardivo) di qualità e prenda in mano la situazione. E’ urgente disattivare la Ztl e il pagamento per chi parcheggia sulle strisce blu, in modo da consentire ai cittadini che lavorano nel centro storico di muoversi con mezzi propri decongestionando così il trasporto pubblico”.

Lo scrive in una nota il senatore Antonio Saccone (FI-Udc), componente della commissione Bilancio di Palazzo Madama. “D’altronde – aggiunge – non si capisce perché la sua collega di partito e di sindacatura, Chiara Appendino, abbia sospeso la ZTL a Torino fino al 24 novembre (conformandosi alla scadenza del Dpcm) e la Raggi a Roma non abbia ancora preso lo stesso provvedimento. Provvedimento che, oltretutto, darebbe anche un po’ di ossigeno alle attività commerciali e al settore della ristorazione del centro storico cittadino, che sono ormai al collasso”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome