Usa 2020, a Filadelfia la protesta non si ferma: Biden e Trump condannano le violenze

Tanto Trump quanto Biden hanno fatto diverse tappe di campagna elettorale in Pennsylvania. Nello Stato oltre 9 milioni di persone si sono registrate per votare

Proteste a Filadelfia (Tim Tai/The Philadelphia Inquirer via AP)

MILANO – A pochi giorni dall’Election Day, proteste esplodono di nuovo negli Stati Uniti a seguito dell’uccisione di un afroamericano da parte della polizia. Epicentro Filadelfia: la città in cui il 27enne Walter Wallace Jr è stato ucciso lunedì pomeriggio, nonché centro principale di quella Pennsylvania che è uno Stato chiave, in cui Donald Trump e lo sfidante Joe Biden si contendono 20 Grandi elettori in palio. A Filadelfia nella seconda notte (quella fra martedì e mercoledì) le proteste sono scivolate anche in violenze e saccheggi di negozi. Mentre cortei pacifici si tenevano anche in altre parti del Paese, da New York a Washington a Portland, con i dimostranti in marcia con le dita a formare una ‘W’ in ricordo del giovane ucciso.

Continua la protesta

Non si sono fatti attendere gli interventi di entrambi i candidati alla Casa Bianca. Le proteste del movimento ‘Black Lives Matter’ che hanno infiammato gli Usa negli ultimi mesi, dopo l’uccisione di George Floyd, sono state d’altra parte a lungo al centro del dibattito politico, sostenute dai democratici e demonizzate da Donald Trump perché bollate come violente.

A pochi giorni dall’appuntamento elettorale, Biden ha condannato le violenze, pur sottolineando che le proteste sono “totalmente legittime”. Parlando con i giornalisti a Wilmington, in Delaware, dopo avere votato con l’early voting insieme alla moglie, Biden ha detto che “non ci sono assolutamente scuse per saccheggi e violenze” scoppiati a Filadelfia in risposta alla sparatoria in cui è stato ucciso Wallace. Al tempo stesso, però, ha promesso che se verrà eletto studierà dei modi per evitare sparatorie del genere, istituendo un’apposita commissione.

Gli scontri con le autorità

Wallace è stato ucciso dalla polizia lunedì dopo che, secondo le autorità, ha ignorato gli ordini di mettere a terra un coltello. La famiglia del 27enne, però, ha fatto sapere tramite l’avvocato che aveva chiamato un’ambulanza perché il giovane aveva problemi mentali e una crisi in corso.

Mentre Filadelfia si prepara a nuove proteste, ed è stato chiesto l’intervento della Guardia nazionale della Pennsylvania, Trump è tornato sulla strategia di attaccare l’amministrazione locale democratica. “Non si può lasciare andare. Di nuovo, uno Stato a guida democratica, una città a guida democratica, Filadelfia”, ha detto rispondendo a chi a Las Vegas. Dove si trova per comizi fra Nevada e Arizona, gli ha posto una domanda sulle violenze.

Tanto Trump quanto Biden hanno fatto diverse tappe di campagna elettorale in Pennsylvania. Nello Stato oltre 9 milioni di persone si sono registrate per votare (la scadenza era martedì) e molte erano in coda proprio lunedì e martedì, mentre esplodevano le proteste.

(LaPresse/AP/di Chiara Battaglia)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome