Coronavirus, domani la conferenza delle Regioni sui test dai medici e pediatri

All’ordine del giorno l’intesa sull’ipotesi di Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse Nella foto: Stefano Bonaccini

ROMA – Il presidente Stefano Bonaccini ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in seduta straordinaria per domani venerdì 30 ottobre 2020, alle ore 13.30 (in modalità di videoconferenza). All’ordine del giorno l’intesa sull’ipotesi di Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale e sull’ipotesi di Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i pediatri di libera scelta (ai sensi dell’art. 8 del decreto legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni ed integrazioni), ACN per il rafforzamento delle attività territoriali di diagnostica di primo livello e di prevenzione della trasmissione di Sars-Cov-2.

Intesa che dovrà poi essere sancita nella Conferenza Stato-Regioni che il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ha convocato in seduta straordinaria, sempre per domani venerdì 30 ottobre 2020, alle ore 14 (in collegamento con modalità di videoconferenza dalla Sala riunioni del I piano di via della Stamperia, n. 8 in Roma).

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome