Usa 2020, più di 73 milioni di elettori hanno già votato

Mentre il voto del giorno delle elezioni favorisce tradizionalmente i repubblicani, i voti anticipati tendono di norma verso i democratici

Voto anticipato in Usa (AP Photo/Julie Jacobson)

TAMPA – Più di 73 milioni di elettori statunitensi hanno già votato per posta, dato che potrebbe favorire i democratici. Mentre il voto del giorno delle elezioni favorisce tradizionalmente i repubblicani, i voti anticipati tendono di norma verso i democratici. Con la pandemia, che ha ucciso più di 227mila americani, i dati però potrebbero cambiare. Visto che il coronavirus ha portato molta incertezza sulla composizione dell’elettorato.

Corte Suprema: “Sì al voto postale esteso a 9 giorni in North Carolina

La Corte Suprema degli Stati Uniti consentirà di ricevere e conteggiare le schede elettorali in North Carolina – uno degli Stati in bilico – entro 9 giorni dall’election day, in quella che è una vittoria per i democratici.

Mercoledì i giudici non si sono opposti alla decisione del Consiglio elettorale statale di allungare il periodo da tre a nove giorni. Rinviando il termine al 12 novembre, come invece richiesto dai repubblicani. Tre giudici conservatori, Samuel Alito, Neil Gorsuch e Clarence Thomas, hanno votato contro: la nuova giudice Amy Coney Barrett non ha preso parte al caso.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome