Pil, Istat: “Nel III trimestre rimbalza a +16,1%, sull’ anno -4,7%”

Rimbalzo del Pil italiano nel terzo trimestre, come da attese. Il Prodotto interno lordo nazionale registra un incremento del 16,1% rispetto al trimestre precedente. La variazione è però negativa e pari a -4,7% su base annua. Lo rileva Istat nella nota che presenta la stima flash.

(AP Photo/Rahmat Gul)

MILANO – Rimbalzo del Pil italiano nel terzo trimestre, come da attese. Il Prodotto interno lordo nazionale registra un incremento del 16,1% rispetto al trimestre precedente. La variazione è però negativa e pari a -4,7% su base annua. Lo rileva Istat nella nota che presenta la stima flash. “L’economia italiana, dopo la forte contrazione registrata nella prima metà dell’anno per gli effetti economici dell’emergenza sanitaria registra un consistente recupero nel terzo trimestre, misurato da una crescita congiunturale del Pil pari a 16,1%”, commenta l’Istat. “La ripresa è diffusa a tutti i comparti economici – aggiunge – e dal lato della domanda è trainata sia dalla componente nazionale (al lordo delle scorte), sia dalla componente estera”. “A causa delle flessioni dei precedenti due trimestri dell’anno, nel confronto con il terzo trimestre del 2019 la variazione resta negativa nella misura del 4,7%. Il marcato recupero del terzo trimestre riporta il volume del Pil ai livelli registrati nella prima metà del 2015”, sottolinea l’Istat. Il terzo trimestre del 2020 ha avuto quattro giornate lavorative in più rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in più rispetto al terzo trimestre del 2019. La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto sia nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell’industria, sia in quello dei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia di quella estera netta.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome