Coronavirus, Conte: “Serve un piano europeo, a dicembre vaccino non per tutti”

Le dichiarazioni del premier alla festa de "Il Foglio"

ROMA“L’altro giorno abbiamo avuto una videoconferenza con i leader europei e le istituzioni europee. Von der Leyen ci ha aggiornati: ci sono contratti sottoscritti che prevedono delle consegne, non tutte le dosi che ci farebbero comodo. Ma c’è l’Ema” che sta svolgendo il monitoraggio “e stiamo accelerando su questa fase. Confidiamo di avere il vaccino a dicembre, ma dobbiamo capire che arriveranno alcuni milioni di dosi. Serve un piano europeo per metterle a disposizione delle fasce più deboli, poi via via gli altri. Prevedibilmente arriverà per tutti in primavera. Serve un piano anche in Italia”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo alla Festa del Foglio, intitolata ‘Festival dell’ottimismo’.

I dati dell’Iss

Prosegue il premier: “Ieri sono usciti i dati dell’Iss sulla curva pandemica, ora stiamo lavorando per esaminarli e capire se serve un altro intervento”. “Il governo non è mai andato in vacanza, non ci è andato Arcuri, non ci è andata la Protezione civile. Io mi sono concesso qualche giorno in campagna ma comunque sempre al lavoro, perché ci sono state moltissime riunioni”. “Su questa seconda ondata non c’è la palla di vetro, i dati sono preoccupanti e anche se altri stanno peggio di noi, questo non ci consola affatto”. “Governare un Paese in pandemia non è assimilabile e comparabile. Fare paragoni con governi precedenti, dunque, è impossibile. E auguriamoci che non ci sia la possibilità nemmeno in futuro”. 

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome