Coronavirus, l’oncologo: “Tumori e infarti più letali, meno cure per la paura del virus”

La preoccupazione dello specialista

Foto Claudio Furlan / LaPresse

TORINO – “Ci sono almeno 11 milioni di italiani esposti a un doppio danno da Coronavirus, persone fragili che soffrono di malattie cardiovascolari, tumori e patologie del sangue, fra le più frequenti come diffusione nella popolazione”. Lo dice l’oncologo Francesco Cognetti, direttore della Oncologia medica dell’Istituto nazionale dei tumori Regina Elena, al Corriere della Sera, spiegando che “molti pazienti per paura dei contagi sono stati a casa”. Il suo appello è di “non rinunciare alle terapie”.

Antonelli (Cts): “Preoccupato, se continua così useremo i letti degli altri reparti”

“Sono preoccupato. Se continua così dovremo utilizzare i letti di altri reparti”. Lo dice Massimo Antonelli del Cts al Corriere della sera. “La curva parla chiaro, sale rapidamente e il colore rosso delle regioni indica uno stato di continua allerta, in considerazione dell’attuale Rt”, aggiunge l’esperto. “Il timore è che le restrizioni attuali non siano sufficienti”. Una risposta precisa non c’è”, risponde l’esperto alla domanda se serva un lockdown.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome