Coronavirus, Boccia alle Regioni: “Non possiamo permetterci divisioni”

Le dichiarazioni del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie

Foto Fabio Cimaglia/ LaPresse in foto Francesco Boccia

ROMA “La prima ondata è stata caratterizzata dalla gestione dell’emergenza assoluta. Quando nel Paese non c’erano inizialmente tutti i materiali e le strutture che oggi abbiamo. Ci siamo dati un metodo di lavoro che tutti abbiamo rispettato condividendo sempre informazioni trasparenti e immediate. Da quando abbiamo riaperto la mobilità tra le Regioni, il 3 giugno scorso, è iniziata la fase di convivenza con il virus con il sistema di monitoraggio condiviso. Sapevamo che convivere significa rispettare regole condivise, allentare e restringere in relazione alla tenuta delle reti sanitarie e dal livello del contagio. Siamo in piena fase di convivenza col virus, non possiamo permetterci divisioni. Concentriamoci sulle cose da fare, più velocemente le faremo più saranno efficaci”. Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, intervenendo al termine della Conferenza Stato-Regioni per una informativa sul diffondersi dell’epidemia da Sars-Cov-2.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome