Mutazioni pericolose del Coronavirus, la Danimarca abbatte 15 milioni di visoni

Secondo il ministro della Sanità, Magnus Heunicke, la metà dei 783 casi di Covid-19 nel nord della Danimarca "sono legati" al visone, parlando di una situazione "molto seria" dovuta al fatto che "il virus mutato nei visoni può avere conseguenze devastanti in tutto il mondo"

©A&G/Lapresse 21-03-2007 San Bernardo in Valle,Santuario, Savona, Italia Varie L'allevamento di visoni da pelliccia di Alessandro Pisacane  stato oggetto dell'incursione di un gruppo di ambientalisti che forzando le aperture delle gabbie ha liberato circa 600 animali. Alcuni animali, non abituati a vivere autonomamente sono stati travolti e uccisi dalle automobili una volta usciti dalle gabbie. Nella foto: visoni in gabbia

TORINO (Martina Coppola) – Con la pandemia da Coronavirus che non accenna a fermarsi, le Nazioni Unite annunciano un vertice straordinario il 3 e il 4 dicembre per rispondere alla diffusione del Covid-19 in tutto il mondo e ai suoi effetti “senza precedenti” su società, economie, posti di lavoro, commercio globale e viaggi. Il presidente dell’Assemblea Volkan Bozkir definisce la sessione speciale di alto livello, approvata con 150 voti a favore, zero contrari e l’astensione di Stati Uniti, Israele e Armenia, “un momento storico e un test per il multilateralismo” che “sarà definito dalla nostra azione collettiva su una delle questioni più critiche del nostro tempo”. Nel frattempo continuano ad aumentare i casi di Covid-19 nel mondo, dove sono stati superati i 48 milioni di contagi. Secondo i dati della Johns Hopkins University sono 48.261.898: gli Usa sono il Paese più colpito con 9.494.898 contagi, segue l’India a quota 8.364.086 e il Brasile con 5.590.025 casi.

Record di infezioni negli Stati Uniti, alle prese con la corsa alla Casa Bianca, dove sono stati registrati oltre 100mila casi in 24 ore. Stando a quanto riporta il New York Times, sono stati 107.771 mentre i decessi nello stesso lasso di tempo sono stati 1.616. La scorsa settimana i nuovi contagi giornalieri registrati sono stati in media 91.864, in aumento del 51% rispetto alla media di due settimane prima.

Preoccupazione in Danimarca dove il governo ha ordinato di abbattere i circa 15 milioni di visoni degli allevamenti perché si sospetta che trasmettano agli umani una forma mutata di virus. Sette sindaci hanno annunciato nuove restrizioni che prevedono la chiusura dei ristoranti in tutto il nord del Paese, dove si concentrano gli allevamenti, e gli abitanti della regione saranno incoraggiati a sottoporsi a test. Tutto è iniziato dopo che le autorità sanitarie hanno scoperto una mutazione del virus in 12 residenti infettati dai visoni, facendo scattare le nuove misure per quattro settimane. Il ministro della Sanità, Magnus Heunicke, ha fatto sapere che la metà dei 783 casi di Covid-19 nel nord della Danimarca “sono legati” al visone, parlando di una situazione “molto seria” dovuta al fatto che “il virus mutato nei visoni può avere conseguenze devastanti in tutto il mondo”. Secondo le stime del governo, l’abbattimento dei 15 milioni di animali potrebbe costare fino a 5 miliardi di corone (785 milioni di dollari).

E’ boom di contagi in Germania, dove ne sono stati segnalati 19.990, portando il totale a 597.583, stando ai dati del Robert Koch Institut. Il precedente record era stato toccato sabato, con 19.059. Per quanto riguarda i decessi, ne sono stati segnalati 188, facendo salire il bilancio a 10.930. Anche la Francia registra la cifra più alta in termini di contagi: sono stati oltre 58mila quelli segnalati nelle ultime 24 ore, per un tasso di positività giunto al 20,76%.

LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome