Coronavirus, Bill Gates: “Metà del business travel sparirà”

Con la pandemia sono cambiate molte abitudini. Come nel lavoro, con smart working che permette di farlo da casa senza raggiungere il posto di lavoro. Ciò contribuisce al 50% del viaggi in meno diminuendo traffico urbano, ferroviario e aereo

NEW YORK – “Più smart working, meno emissioni e meno amicizie”. E’ quanto ha dichiarato Bill Gates in una analisi in merito al lavoro durante la pandemia. Oggi, una buona parte degli impiegati utilizza lo smart working che permette di lavorare da casa senza raggiungere il posto di lavoro. Ciò contribuisce al 50% del viaggi in meno di diminuendo traffico urbano, ferroviario e aereo.

La previsione

“La mia previsione è che la metà dei business travel sparirà, così come passeremo oltre il 30% dei giorni in meno in ufficio”. Per cui “ci saranno molti modi per lavorare da casa la maggior parte del tempo”. Ma secondo Bill Gates di contro lo smart working non favorisce il networking e il rapporto tra colleghi in termini di amicizia. E quindi “dovrà essere fatto molto sotto quell’aspetto”.

La probabile pandemia

Oltre ad essere famoso per aver creato la Microsoft corporation e ad essere imprenditore e programmatore tra i più ricchi al mondo Gates si è spesso evidenziato in questi tempi di pandemia tra coloro che sono scesi in campo per contrastare il Covid 19. Una sua criticata comparsa riguarda sui social in una conferenza stampa di qualche anno fa in cui il programmatore spiegava le sue reali preoccupazioni per una potenziale quanto possibile epidemia pandemica a cui gli Stati non sarebbero stati capaci di porre rimedio. Ovvio che, le sue parole sono state lette come “un piano diabolico” per la creazione di un vaccino. Ma Bill Gates pare che non abbia fatto altro che riferire ciò che era in realtà solo un allarme sanitario lanciato dalla Comunità scientifica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome