Maltempo, allerta rossa in Calabria: Crotone chiede lo stato di calamità

Il Comune ha annunciato che chiederà lo stato di calamità naturale e ha invitato tutti i cittadini a non uscire di casa

Foto Ufficio Stampa Vigili del Fuoco/LaPresse

TORINO – Sud nella morsa del maltempo per forti piogge e venti di burrasca, che hanno fatto scattare l’allerta massima in particolare in Calabria. A Crotone interi quartieri sono stati allagati e molte attività commerciali e abitazioni sono rimaste danneggiate per quella che il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, ha definito “una bomba d’acqua”. E che si è abbattuta sulla città con circa 110 millimetri di pioggia in appena un’ora e mezza. Il Comune ha annunciato che chiederà lo stato di calamità naturale e ha invitato tutti i cittadini a non uscire di casa. Voce ha disposto la chiusura immediata fino a domenica di tutti gli esercizi pubblici, attività, supermercati e uffici pubblici, salvaguardando solo i servizi essenziali.

Il maltempo si abbatte sulla Calabria

Più di 50 soccorsi sono stati effettuati dai vigili del fuoco solo tra venerdì sera e sabato mattina; un tratto della statale 106 Jonica è stato chiuso per allagamento e il torrente Esaro in località Trafinello è esondato. Nelle campagne la Coldiretti segnala ettari di coltivazioni andati completamente distrutti, pesanti perdite si registrano anche nell’Agro Sarnese Nocerino nella provincia di Salerno. E l’emergenza si somma all’emergenza. Gli interventi di messa in sicurezza dei nuclei familiari residenti nelle zone a rischio alluvione è complicato dall’epidemia, con diverse persone in isolamento perché positive al coronavirus.

E’ allerta

Il dipartimento della Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di maltempo anche per la giornata di domenica, con allerta rossa per gran parte del versante ionico della Calabria. Mentre è stata disposta l’allerta arancione sul settore costiero della Basilicata, sul resto della Calabria e sulla Sicilia nord-orientale. Valutata l’allerta gialla su buona parte dell’Abruzzo e sui restanti territori di Basilicata e Sicilia. “Le immagini di Crotone fanno male. Da Nord a Sud l’Italia intera attende ancora un piano di prevenzione contro il dissesto idrogeologico per fermare un’emergenza senza fine”, è il richiamo della presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

(LaPresse/di Silvia Caprioglio)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome