Nocera Superiore, l’opposizione: “Serve un nucleo di Protezione Civile”

Fratelli d'Iitalia, Nocera Superiore. I consiglieri Giuseppe Fabbricatore, Franco Pagano, Carmine Amato, Francesco Saverio Minardi e Rosario Danisi

«Nocera Superiore ha bisogno di un Nucleo cittadino di Protezione Civile»

Nocera Superiore, i consiglieri comunali di minoranza Carmine Amato, Rosario Danisi, Giuseppe Fabbricatore, Francesco Saverio Minardi e Franco Pagano, hanno protocollato nella giornata di ieri una nuova richiesta all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Maria Cuofano, relativa all’organizzazione del Nucleo comunale di Protezione Civile anche a Nocera Superiore.

Un servizio ritenuto strategico dai  consiglieri, che ne sottolineano l’esigenza viste le improvvise criticità cui si è costretti a far fronte, con la conseguente urgenza di fornire adeguato supporto alla popolazione. Criticità connesse al periodo di emergenza Covid-19, ma pure al ritorno dell’incubo incendi e alle ancor più gravi conseguenze dovute ai recenti fenomeni meteorologici di straordinaria portata.

I Consiglieri di minoranza avevano già sollecitato lo scorso anno l’amministrazione, mediante una interrogazione a risposta scritta e orale, datata 8 novembre 2019. In particolare, si chiedevano delucidazioni sulla gestione istituita nel 2015, vista l’approvazione con delibera del consiglio comunale sulla formazione e l’addestramento del gruppo; sulle diffusioni dell’informazione, sull’operatività della stessa.

In sede di discussione consiliare erano state anche fornite programmazioni e delucidazioni sugli sviluppi del servizio. E più volte, in quest’anno, la programmazione del servizio di protezione civile è stata oggetto di discussioni e richiami all’interno dell’aula consiliare e delle Commissioni.

Con questo ulteriore input, i consiglieri Amato, Danisi, Fabbricatore, Minardi e Pagano intendono confermare la proposta di istituire un tavolo tecnico nella specifica commissione consiliare, con i seguenti punti da discutere:

  • 1. organizzazione del servizio;
  • 2. formazione di uomini e donne;
  • 3. coinvolgimento delle associazioni territoriali;
  • 4. aggiornamento del Piano di Protezione Civile;

programmazione per acquisto attrezzature.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome