Serie A, il Bologna rimonta la Samp: prima vittoria in trasferta per Mihajlovic

Risultato fondamentale per la squadra emiliana che colleziona la terza vittoria in campionato, la prima fuori casa e sale a quota 9 in classifica generale

Foto Massimo Paolone/LaPresse

MILANO – Vittoria corsara del Bologna che batte 1-2 la Sampdoria a Genova. La squadra di Mihajlovic reagisce con Orsolini e, complice un autorete di Vasco Regini, porta a casa tre punti preziosi. Risultato fondamentale per la squadra emiliana che colleziona la terza vittoria in campionato, la prima fuori casa e sale a quota 9 in classifica generale. Resta ferma a quota 10, invece, la Sampdoria.

Vantaggio dei blucerchiati

A Marassi parte con la quinta la Samp di Claudio Ranieri, con i blucerchiati che passano in vantaggio dopo soli sette minuti di gioco: Thorsby svetta di testa sul cross dalla destra di Candreva e batte Skorupski. Gli emiliani iniziano ad innervosirsi dopo la rete dello svantaggio: due minuti dopo la rete della Samp, Hickey commette un brutto fallo ai danni di Ekdal che lo manda direttamente sulla lista dei cattivi. Marinelli mette mano al taschino e gli sventola un cartellino giallo sotto gli occhi.

La Sampdoria non si ferma e prova a raddoppiare al minuto 14 con Fabio Quagliarella: l’attaccante calcia di pallonetto dalla lunga distanza, ma il pallone finisce di poco alto sulla traversa di Skorupski. Dieci minuti dopo si rifà vedere il Bologna: Orsolini sbuca in area su un passaggio filtrante e colpisce clamorosamente il palo. Tutto da rifare, emiliani vicinissimi al pareggio. L’1-1 è però solo questione di tempo. Al minuto 44 Regini batte il proprio portiere, commettendo uno sfortunato autogol: durante una mischia in area, il tocco del difensore ligure è scomposto, pareggio del Bologna sul finale di primo tempo.

La ripresa

Nei secondi quarantacinque minuti di gioco continua ad andare in scena una partita accesa e divertente. Orsolini ribalta la gara in apertura di seconda frazione e porta il tabellino sull’1-2: traversone dalla sinistra di Barrow e colpo di testa vincente sul secondo palo dell’esterno del Bologna. La rimonta rossoblù non scoraggia i padroni di casa che, pochi minuti dopo, vanno vicini alla rete del pareggio: sono tre le grandi occasioni fallite, prima Candreva, poi Ekdal e poi Quagliarella di testa. Il Bologna si salva e dà il via al contrattacco per provare a mettere il sigillo decisivo sulla gara: a venti minuti dal termine Barrow calcia, ma non inquadra la porta di pochissimo.

La vittoria del Bologna

Al minuto 77 è Palacio ad impensierire Audero: l’attaccante argentino impegna il portiere che con una super parata tiene invariato il risultato. Negli ultimi dieci minuti la gara si infiamma e la Sampdoria prova il tutto per tutto, alla caccia del pareggio. Ramirez impegna Skorupski al minuto 84 sfiorando il pari. Con il passare dei minuti il nervosismo aumenta in casa blucerchiata: all’88’ Ranieri si fa espellere per proteste nei confronti dell’arbitro Marinelli. Nel lungo recupero, con la Sampdoria riversata in avanti a caccia del gol, c’è tempo anche per un palo di Palacio. Il Bologna resiste all’urto ed espugna il Ferraris: finisce 1-2 per il gruppo di Mihajlovic.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome