Serie A, il Sassuolo sbanca Verona con Boga e Berardi: De Zerbi vola in testa

Neroverdi che salgono a quota 18 punti in classifica generale e continuano a sognare

Berardi festeggia il goal in Sassuolo-Juventus (Foto Massimo Paolone/LaPresse)

MILANO – Prosegue la splendida cavalcata del Sassuolo, corsaro al Bentegodi di Verona per 2-0. La squadra di De Zerbi viene trascinata dai gol di Boga e dalla perla di Berardi, regalandosi il primo posto solitario in classifica almeno per un pomeriggio, in attesa di Napoli-Milan. Niente da fare per il Verona di Juric che può recriminare per i quattro pali colpiti dai suoi ragazzi. Nel pomeriggio veronese parte meglio la squadra di casa che in avvio di partita va vicinissima alla rete del vantaggio: dopo cinque minuti di gioco Ilic colpisce il palo con un gran mancino da fuori area. L’avvio propositivo degli scaligeri coglie di sorpresa il Sassuolo che fatica a ingranare: venti minuti dopo l’Hellas colpisce il secondo palo del primo tempo: tiro-cross di Dimarco che sorprende Consigli, il portiere non interviene sulla traiettoria ed il pallone finisce sul palo.

Il Sassuolo sbanca Verona

Secondo brivido per i ragazzi di De Zerbi. Il Verona mette il turbo e prova ad andare in vantaggio: al minuto 30 Dawidowicz colpisce di prima intenzione su una punizione dalla trequarti di Zaccagni. Consigli è bravo ed attento a deviare in calcio d’angolo. La risposta dei neroverdi arriva sul ribaltamento di fronte: ottimo spunto di Berardi sulla destra, palla al centro per Raspadori che viene anticipato da Magnani e pallone che finisce fuori. De Zerbi si sgola in panchina, chiede ai suoi più cinismo sotto porta. La prima rete del match arriva sul finale di primo tempo. Jeremie Boga, al minuto 42, riceve un passaggio da Berardi: l’attaccante stoppa il pallone e lo piazza nell’angolino opposto. Traiettoria magnifica di Boga: Sassuolo in avanti proprio sul finire della prima frazione di gioco.

La ripresa

Dopo i quindici minuti di pausa negli spogliatoi, il Sassuolo rientra in campo rinvigorito più che mai. I neroverdi provano sin da subito ad andare nuovamente in rete. Al minuto 47 Locatelli ci prova con un destro da fuori area: la palla finisce alta sulla traversa. Cinque minuti dopo, l’Hellas Verona ha un’occasione con Di Carmine: l’attaccante prova la conclusione da posizione impossibile, tiro fuori non di molto. Pochi minuti dopo, Zaccagni scarica su Tameze a rimorchio, ma la sua conclusione finisce alta sulla traversa. Nel miglior momento dei padroni di casa, il Sassuolo di De Zerbi raddoppia: il Verona concede troppo spazio a Berardi che batte Silvestri con un gran mancino. Il tabellino parla chiaro, a quindici minuti dal triplice fischio la situazione per Juric diventa davvero complicata. Sulla strada del pareggio, il Verona continua a fare i conti con la sfortuna.

Neroverdi primi in classifica

La squadra di Juric colpisce il terzo palo della partita al minuto 79: calcio di punizione di Veloso quasi perfetto, palla sul legno a Consigli battuto. Tutto nuovamente da rifare, la strada verso il 2-2 si fa sempre più tortuosa ed il cronometro continua a scorrere impietoso. All’85’ a provarci è Salcedo con un colpo di testa a tu per tu con Consigli: perentoria la risposta del portiere del Sassuolo. Il fischio finale di Chiffi, dopo che il Verona coglie anche il quarto palo di giornata, decreta la vittoria del Sassuolo: neroverdi che salgono a quota 18 punti in classifica generale e continuano a sognare.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome