Firenze, irruzione di militanti di CasaPound in una scuola: 3 fermi

Sono entrati di prepotenza nelle aule in pieno orario di svolgimento delle lezioni, non esitando ad usare la forza per spintonare e strattonare gli insegnanti e lo stesso Dirigente scolastico

Blocco Studentesco (photo Roberto Monaldo / LaPresse)

MILANO – Questa mattinata, le Digos delle questure di Firenze e Lucca e il comando provinciale dei carabinieri di Firenze hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari. Emesse dal gip. del tribunale di Firenze, su richiesta della stessa procura nei confronti di altrettanti militanti del collettivo ‘Blocco Studentesco’, costola in ambito giovanile del movimento di estrema destra CasaPound. Sono accusati di violenza e minaccia ad un corpo amministrativo dello Stato, aggravata dall’aver commesso il fatto in più di dieci persone riunite.

I tre destinatari della misura – tutti con un’età compresa tra i venti ed i ventidue anni – sono due ragazzi di Firenze ed uno di Lucca. Secondo quanto ricostruito dall’inchiesta, la mattina del 3 ottobre scorso un gruppo di almeno 12 militanti con il volto coperto ha fatto irruzione in un istituto superiore di Firenze. Entrando di prepotenza nelle aule in pieno orario di svolgimento delle lezioni e non esitando ad usare la forza per spintonare e strattonare gli insegnanti e lo stesso Dirigente scolastico. Che hanno tentato di impedire l’iniziativa contro un presunto carattere ‘liberticida’ delle misure del Governo in ambito scolastico.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome