Scuola, Bonaccini: “Turni anche il pomeriggio per evitare lezioni in Dad”

Il presidente dell'Emilia Romagna: "Bisogna ripartire bene". In Alto Adige da lunedì riaprono le medie

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse in Stefano Bonaccini

ROMA“Di scuola si è parlato troppo poco. Per me non è mai stata valutata solo come elemento di apprendimento, ma anche di relazioni sociali. Noi non comprendiamo il prezzo che stiamo facendo pagare a tanti ragazzi”. Così Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia Romagna, a Omnibus su La7 entra sullo spinoso tema della ripresa della scuola ai tempi del Coronavirus.

“Io non so quando si ripartirà, se il 7 o il 10 gennaio, ma in ogni caso bisogna che parta bene. Il tema dei trasporti è delicato: noi abbiamo aumentato la dotazione di 400 mezzi. Ma siccome la capienza scenderà al 50%, servirà che le direzioni scolastiche organizzino anche turni pomeridiani. Piuttosto che fare ancora a lezioni in dad, credo che sia meglio compiere qualche sacrificio”, ha aggiunto Bonaccini.

Riaprono le scuole medie in Alto Adige

Intanto in Alto Adige riaprono da lunedì le scuole medie. L’annuncio arriva dall’assessore Philipp Achammer che sulla propria pagina Facebook ha parlato la ripresa della didattica in presenza e la riapertura degli esercizi commerciali. “Buone notizie: le scuole medie e i negozi aprono da lunedì”, è l’annuncio fatto via social.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome