Serie A, Conte ritrova la sua Inter: bene Lautaro, Sassuolo ko per 3-0

I nerazzurri, infatti, agganciano proprio i neroverdi di Roberto De Zerbi al secondo posto momentaneo in classifica a -2 dal Milan capolista

Foto Piero Cruciatti / LaPresse

MILANO – Riscatto Inter: dopo il pesante ko in Champions League contro il Real Madrid, la squadra di Antonio Conte si impone per 3-0 in casa del Sassuolo nell’anticipo della 9/a giornata del campionato. Una vittoria doppiamente importante, sia sotto l’aspetto del morale che per la classifica. I nerazzurri, infatti, agganciano proprio i neroverdi di Roberto De Zerbi al secondo posto momentaneo in classifica a -2 dal Milan capolista.

I gol di Sanchez, l’autogol di Chriches e il tris di Gagliardini condannano alla prima sconfitta stagionale un Sassuolo irriconoscibile, lento e prevedibile nella manovra e spuntato in attacco. In particolare i neroverdi hanno pagato la differenza di stazza fisica soprattutto a metà campo. La miglior Inter della stagione ritrova una solidità difensiva che sembrava smarrita e si conferma prolifica anche senza Lukaku, entrato solo nel finale. Migliore in campo, anche senza segnare, Lautaro Martinez.

Le formazioni

Nel Sassuolo, De Zerbi è ancora privo di Caputo in attacco. Il tecnico neroverde affida dunque l’attacco a Raspadori con Berardi, Djuricic e Boga a supporto. Nell’Inter, Conte concede un turno di riposo a Lukaku, in panchina per fare spazio a Sanchez e Lautaro Martinez. Novità anche sulle fasce, dove si rivedono dall’inizio Darmian e Perisic. Un minuto di silenzio prima della partita e un altro dopo dieci minuti sono stati osservati in memoria di Diego Armando Maradona, scomparso mercoledì a 60 anni. Le due squadre giocano con il lutto al braccio.

Primo tempo

Inizio di primo tempo scoppiettante: pronti via e Inter in vantaggio dopo 4′ con un gol di Sanchez su assist di Lautaro, bravo a vincere un duello fisico con Chriches per controllare il pallone. Il Toro sfiora poi il raddoppio con un delizioso pallonetto, di un soffio a lato. Il secondo gol dell’Inter arriva comunque al quarto d’ora, grazie ad una sfortunata autorete di Chiriches su tiro-cross di Vidal. La squadra di De Zerbi prova a reagire dopo cinque minuti, con Djuricic che colpisce un palo con un destro a giro dal limite dell’area. Con il passare dei minuti la squadra di casa prova a prendere in mano il gioco, rendendosi pericolosa ancora con Raspadori, Rogerio, Toljan e infine Locatelli. La difesa dell’Inter però tiene senza troppi problemi.

La ripresa

Nel secondo tempo il Sassuolo ricomincia a spingere per provare a riaprire la partita, l’Inter si difende con ordine provando sempre a ripartire. E non a caso a rendersi per prima pericolosa è la squadra di Conte, con un destro alto di Lautaro da centro area. La difesa allegra del Sassuolo concede spazi ampi ai contropiedi dell’Inter, così al 60′ arriva inevitabile il 3-0 firmato da Gagliardini con un bell’esterno destro al volo su assist dalla destra di Darmian. Per il Sassuolo è il colpo del ko. Nel finale, Conte ne approfitta per ruotare gli uomini a disposizione mandando in campo fra gli altri Lukaku, Hakimi, Young e l’ex di turno Sensi. Dentro a cinque minuti dalla fine anche Eriksen, ormai sempre più separato in casa stando alle parole dell’ad Marotta prima della gara.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome