Calcio Inter, Conte: “Hakimi? Deve migliorare, in Italia ci sono più pressioni”

"Le difficoltà di Hakimi? Ribadisco quanto detto a inizio stagione. E' un giocatore che ha delle importanti potenzialità ma deve lavorare tanto soprattutto in fase difensiva". Così Antonio Conte, allenatore dell'Inter, alla vigilia della sfida di Champions League in casa del Borussia Moenchengladbach. "Non dimentichiamo che in Italia ci sono pressioni e aspettative e richieste molto più alte rispetto ad altri campionati, come quello tedesco o inglese, dove c'è più 'enjoi'.

Foto Massimo Paolone/LaPresse

MILANO – “Le difficoltà di Hakimi? Ribadisco quanto detto a inizio stagione. E’ un giocatore che ha delle importanti potenzialità ma deve lavorare tanto soprattutto in fase difensiva”. Così Antonio Conte, allenatore dell’Inter, alla vigilia della sfida di Champions League in casa del Borussia Moenchengladbach. “Non dimentichiamo che in Italia ci sono pressioni e aspettative e richieste molto più alte rispetto ad altri campionati, come quello tedesco o inglese, dove c’è più ‘enjoi’. Qui ci sono molte più pressioni”, ha spiegato il tecnico in conferenza stampa. “Il ragazzo deve continuare a lavorare, sapendo anche lui che qui ci sono aspettative e pressioni totalmente diverse rispetto alla Germania”.Sulla ricerca dell’equilibrio tattico, l’allenatore nerazzurro ha aggiunto: “Continuo a ribadire un discorso molto semplice, che può essere recepito o meno. Ci siamo trovati, dopo pochissimo tempo, a dover fare partite ufficiali con calciatori che non erano con l’Inter, non hanno finito con l’Inter, come Hakimi, Kolarov, Vidal. Darmian aveva già giocato con me, così come Arturo erano più rodati da questo punto di vista. Abbiamo dovuto comunque, in partite ufficiali, mettere calciatori che sicuramente avevano bisogno di lavorare un bel po’, 2-3 settimane insieme, per capire determinate situazioni. Invece ci siamo ritrovati a buttarli nella mischia, con i rischi del caso”. “E’ inevitabile – ha sottolineato Conte – che in tutte le situazioni ci voglia molto equilibrio, ma lo trovi giocando, capendo le situazioni e i calciatori capendo che ci sono situazioni diverse rispetto al passato. A volte siamo riusciti a trovare il risultato, a volte meno. Penso che sia molto chiara la situazione”.


LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome