Coronavirus, l’Ue: “Niente messe a Natale”

Secondo l’Unione europea vanno valutate le possibilità di evitare i grossi assembramenti che altrimenti avverrebbero durante le cerimonie religiose

Foto LaPresse - Vince Paolo Gerace 25/12 /2018 - Milano (MI) Cronaca Messa di Natale in Duomo Nella foto Monsignor Mario Delpini durante la celebrazione della messa di Natale in Duomo

BRUXELLES -L’Ue raccomanda: “Niente messe a Natale” per scongiurare assembramenti che potrebbero essere pericolosi momento di contagio tra i fedeli.

Il documento
Si chiama ‘Stay Safe Strategy’ il documento che verrà reso noto domani e griffato Ue: linee guida che tutti i Paesi membri dovranno seguire per evitare che durante le festività natalizie si ricada negli errori della scorsa estate. “Considerare di evitare cerimonie religiose con grossi assembramenti sostituendole con iniziative online, in tv, o alla radio”


Gli obiettivi
Con il documento l’Ue vuole creare un comportamento univoco tra tutti gli Stati membri evitando così situazioni diversificate tra uno Stato e l’altro anche nell’ottica di contenere quanto possibile i viaggi all’estero che fungerebbero da grosso veicolo di contagio da un Paese all’altro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome