Naturiamoci, l’arte del riciclo green

L’iniziativa punta a favorire il recupero degli oggetti abbandonati in strada. Il concorso di idee e manualità raccoglie sia proposte creative da realizzare sia manufatti da allestire con materiali ripresi

PALMA CAMPANIA – Riciclare in città significa generare una città più sostenibile, più responsabile ma anche più creativa, capace di ripensare a modelli di comunità urbana per reinventare le forme dell’insediamento a partire dalla riattivazione di ciò che è presente in città. L’associazione culturale “Naturae” intende promuovere un progetto di decoro urbano in vista delle future festività natalizie. Il presidente Rosa Ferrante ha ideato un concorso di idee e di manualità, denominato “Ricicla Naturiamoci”. L’iniziativa intende favorire il recupero di tutti quegli oggetti, legati in qualche modo all’artigianato ed all’ambiente, che sono stati abbandonati o gettati via e che l’associazione intende recuperare o riciclare, per realizzare delle composizioni creative.

Idee e manualità
Il concorso di idee e di manualità vuole raccogliere, dunque, sia le proposte creative da realizzare e le relative destinazioni, sia i manufatti da allestire con il materiale più svariato, come ad esempio: contenitori ornamentali di ogni genere e forma, riutilizzabili per gli intenti del progetto; pezzi di vasi rotti; recipienti riciclabili ed ecocompatibili con il tessuto naturale del territorio; composizioni floreali e arboree di cui ci si intende disfare; pedane in legno da smaltire; scale treppiedi in disuso, o parti di esse, anche inutilizzabili.
I lavori realizzati dovranno essere immortalati con il cellulare dagli autori ed il materiale fotografico andrà inviato alla posta della pagina social di ‘Naturae’. Una commissione giudicante valuterà le realizzazioni e stilerà una graduatoria di merito, eleggendo i cinque vincitori del concorso, secondo i canoni di bellezza, creatività, utilità, ecocompatibilità e trasformazione.
Nelle intenzioni dell’associazione, c’è la volontà di sistemare queste creazioni negli spazi di verde pubblico di Palma Campania, come ad esempio presso il nascente parco urbano di via Gorga, oppure l’orto sociale di via San Felice, o ancora al centro dei sensi rotatori che si incontrano lungo il percorso urbano di via Circumvallazione, fino ad arrivare ai giardinetti che sono stati sistemati nei pressi delle scuole cittadine e via discorrendo.

L’iniziativa
I lavori vanno inviati alla pagina ‘social’ di Naturae entro e non oltre le ore 21 del 15 dicembre. I vincitori saranno annunciati entro il giorno successivo sulla pagina social dell’associazione Naturae. A tutti sarà inviato in formato digitale un attestato di partecipazione e di ringraziamento. Per il ritiro-consegna delle opere, da destinare gratuitamente alla collettività, sarà possibile provvedere a partire dal 16 dicembre, nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 8 alle 11, presso l’orto urbano di via San Felice, ex Campo dei Pretini, nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19.

Ridisegnare la città
Una città capace di ridisegnare il modo con cui ci muoviamo, dunque, di ritessere rapporti creativi con l’ambiente, il paesaggio e di alimentare la produzione di culture insediative urbane in grado di attivare nuovi metabolismi urbani, ma anche di reagire agli scenari di declino. Una città regolata e guidata da un nuovo sistema operativo, quale è quello di un’associazione, generato dall’uso creativo delle tre R: riduci, riusa, ricicla. Le città del futuro tengono conto di ricicli ed evoluzioni in grado di capace di fornire una guida permanente dei processi insediativi attraverso una forte integrazione con la sostenibilità ecologica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome