Calcio, Del Bosque: “Ad oggi Lukaku è l’attaccante più difficile da marcare”

(AP Photo/Martin Meissner)

TORINO – “Ai miei tempi si diceva che in una squadra che si rispettasse doveva esserci sempre un 9, sempre, come il portiere. Ecco, Lukaku è il miglior esempio di quell’attaccante che un tempo era considerato un dogma. È uno col quale i difensori sono sempre a disagio. C’è sempre il dibattito su chi infastidisca di più l’avversario, il centravanti forte fisicamente, il carrarmato, o uno più rapido e abile: beh, io penso che oggi per un difensore non ci sia persona più complessa da marcare e fermare che Lukaku”. E’ l’opinione dell’ex ct della Spagna e allenatore del Real Madrid Vicente Del Bosque, intervistato dalla ‘Gazzetta dello Sport’. “E poi non ci sono giocatori adatti ad una o un’altra epoca. Se uno è forte è forte sempre. E se uno è mediocre magari può migliorare da qualche parte, ma alla lunga resta mediocre – ha aggiunto – Lukaku ha solo 27 anni ma sembra giochi da una vita, e ha già fatto bene in passato. Però ho come l’impressione che all’Inter abbia trovato l’ambiente ideale per lui, sia in campo che a livello più generale. A volte sono le squadre a far grandi i giocatori, e il caso dell’Inter con Lukaku va in quella direzione: un ottimo giocatore che all’Inter di Conte ha incontrato la dimensione ideale, crescendo ancora un po’”.

Con Lautaro Martinez ‘Big Rom’ forma un attacco ben assortito. “Sì, sono una coppia bene assortita. Lautaro si muove bene nello stretto, nel breve ed è un ottimo complemento. Come lo era Raul per Morientes, o per Ronaldo. Formano una coppia che potremmo definire classica ed è sempre valida, perché la qualità è atemporale – ha aggiunto Del Bosque – La forza di Lukaku è che non pensa ad esami di sorta, a me sembra che tutto gli rimbalzi addosso, dentro e fuori dal campo. Ho l’impressione che sia assolutamente indifferente alle circostanze, che lo marchino a uomo o a zona, che si difendano in 10 o lascino spazi. Lui vive di vita propria”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome