Dl Natale, ok nel Cdm: spostamenti vietati dal 21 dicembre al 6 gennaio

Il decreto che tanti speravano non arrivasse

Foto Filippo Attili/Palazzo Chigi/LaPresse 04-11-2020 Roma, ItaliaPoliticaPalazzo Chigi - Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE - Obbligatorio citare la fonte LaPresse/Palazzo Chigi/Filippo Attili

MILANO – “Il Consiglio dei ministri (Cdm), su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro della Salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce modificazioni urgenti della legislazione emergenziale. Per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus Covid-19”. Lo riporta una nota di Palazzo Chigi. “Il testo – si legge ancora – estende il limite massimo di vigenza dei Decreti del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) attuativi delle norme emergenziali. Portandolo dagli attuali trenta a cinquanta giorni.

Inoltre, si stabilisce che: dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Regioni diverse (compresi quelli da o verso le province autonome di Trento e Bolzano). Ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute; il 25 e il 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 saranno vietati anche gli spostamenti tra Comuni diversi, con le stesse eccezioni (comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute); sarà sempre possibile, anche dal 21 dicembre al 6 gennaio, rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome