Capodanno, bomba artigianale esplode e ferisce un 21enne: ricoverato con gravi ustioni

Foto Marco Alpozzi/LaPresse 23 Novembre 2020 Moncalieri (Torino), Italia Cronaca Emergenza COVID-19 (Coronavirus) in Piemonte - I circa 400 volontari della Croce Rossa di Moncalieri, il primo comune della città metropolitana per popolazione dopo Torino, hanno visto aumentare di circa il 30% - rispetto lo scorso anno - il numero di attività a supporto di pazienti Covid o sospetto Covid da assistere. Si tratta di pazienti in cura presso i centri dialisi degli ospedali Torinesi o di interi nuclei familiari in isolamento che necessitano di spesa e farmaci a domicilio Nella foto: Volontari verificano i dispositivi sulle ambulanze Photo Marco Alpozzi/LaPresse November 23, 2020 Moncalieri (Turin), Italy News COVID-19 (Coronavirus) emergency in Piedmont - The approximately 400 volunteers of the Red Cross of Moncalieri, the first municipality of the metropolitan city by population after Turin, have seen an increase of about 30% - compared to last year - in the number of activities in support of Covid or suspected Covid patients to be assisted. These are dialysis patients in Turin hospitals or entire families in isolation who need food and medicines at home In the pic: Volunteers check sanitary material on the ambulance

CASERTA – Tre ragazzi sono rimasti feriti a causa di un’esplosione che si è verificata a Caserta, in località Tuoro. E’ accaduto durante i festeggiamenti del Capodanno: intorno all’una di notte il boato che scosso il piazzale di via Nicola Abbagnano. A deflagrare una serie di potenti petardi, delle vere e proprie bombe artigianali evidentemente realizzate illegalmente.

L’esplosione ha causato la distruzione di quasi tutte le finestre delle abitazioni adiacenti. Il bilancio parla di vetri in frantumi e danni a sette auto che erano parcheggiate in zona, ma soprattutto del ferimento dei tre giovani investiti dall’onda d’urto: si tratta di un 25enne, un 21enne e un 17enne. Per il 21enne è stato necessario il ricovero all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. I medici hanno riscontrato gravi ustioni su diverse parti del corpo.

Naturalmente il fatto che fosse Capodanno non toglie che chi ha fatto esplodere quegli ordigni ha commesso un reato: del caso si stanno occupando i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Caserta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome