I mestieri del teatro San Carlo spiegati ai bambini delle scuole

Dal costumista al truccatore passando per ballerini e strumentisti

Foto Francesco Ammendola/Ufficio Stampa Quirinale/LaPresse07-05-2019 Napoli, ItaliaPoliticaIl Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Napoli,con S.M. Felipe VI, Re di Spagna e di S.E. il Signor Marcelo Rebelo De Sousa, Presidente della Repubblica portoghese,in occasione del XIII Simposio COTEC – Competitività Tecnologica Europa. (foto di Francesco Ammendola, ufficio stampa Presidenza della Repubblica)DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE

NAPOLI – Il teatro San Carlo apre ai bambini per far conoscere i vari “mestieri” legati alle rappresentazioni. Ovviamente, questo – visto il periodo – avverrà in modalità a distanza.

Nel Memus, il Museo e Archivio Storico del San Carlo, la mostra Fiabe al Museo diventerà il set di sette incontri con maestranze e artisti del Teatro, che guideranno i più piccoli in un percorso tra i segreti delle professionalità impegnate nella buona riuscita delle opere teatrali.

L’iniziativa viene presentata come un viaggio tra i mestieri del Teatro ma anche un viaggio alla scoperta delle passioni e inclinazioni dei bambini alla ricerca dell’artista nascosto che in ognuno di loro.
Da domani saranno quindi disponibili on-demand sul sito del San Carlo sette puntate, ognuna dedicata ad un mestiere del settore.

In ogni incontro i lavoratori e i tecnici del San Carlo parleranno del proprio lavoro, dando anche qualche piccola dimostrazione pratica, e invitando alla fine i bambini a vestire i propri “panni” per un giorno.
In questo modo, le difficoltà create dalla pandemia diventano occasione per approfondire la conoscenza di tutto quel che c’è “dietro le quinte” e che contribuisce alla messa in scena.

I sette incontri con i mestieri del teatro inizieranno domani con la puntata dedicata ai bozzetti. La direttrice della sartoria mostrerà ai bambini come disegnare l’abito del personaggio delle fiabe preferito. La domenica successiva, 17 gennaio, spazio al canto. “Esegui per noi una canzone seguendo i suggerimenti del Direttore del Coro di Voci Bianche del Teatro San Carlo” scrivono gli organizzatori.

Il 24 gennaio spazio allo strumento musicale. I bambini potranno divertirsi a registrare un breve brano eseguito “con il tuo strumento musicale preferito o con uno di tua invenzione (hai mai pensato ai coperchi delle pentole?)…lasciati ispirare dalla performance di uno dei nostri Professori D’Orchestra!”

Il 31 gennaio il mese si chiude con la danza: i partecipanti potranno esibirsi in una breve performance, magari ispirandosi ai passi di uno dei ballerini del San Carlo.

Il 7 febbraio è l’ultimo appuntamento prima del Martedì grasso e i protagonisti non potranno essere che i costumi. “Il Carnevale si avvicina! Una delle nostre sarte ti mostrerà come confezionare un costume o un accessorio…divertiti a confezionare il tuo”.

Nel giorno di San Valentino obiettivo sul make up, dato che “nessun costume è perfetto senza il giusto trucco”. I bambini potranno seguire il tutorial delle truccatrici del San Carlo per trasformarsi nei loro personaggi preferiti.

Appuntamento conclusivo il 21 febbraio, con un po’ di storia del Teatro. Alla fine sarà proposto ai partecipanti un quiz grazie al quale potranno ottenere dei punti bonus.

I bambini partecipano realizzando i lavori proposti e il progetto è consigliato agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado, quindi dai 6 ai 13 anni circa, ma naturalmente è aperto a tutti. Per partecipare al progetto bisogna iscriversi sulla piattaforma on-demand del sito del San Carlo e l’iscrizione costa 10 euro. I bambini iscritti avranno accesso alle puntate attraverso un’area riservata all’interno della quale ogni domenica mattina, secondo il calendario, sarà resa disponibile una nuova puntata.

Al termine del “viaggio”, saranno premiati 10 partecipanti tra coloro che si sono distinti per creatività e impegno. Intanto, il San Carlo prosegue con gli spettacoli in streaming, in attesa di poter tornare agli show in presenza: il periodo delle feste appena concluso è stato caratterizzato dal concerto di Natale diretto da Juraj Valcuha con l’Orchestra del Teatro San Carlo (registrato dal vivo il 26 novembre scorso) e dal galà di danza con il Balletto del Teatro, diretto da Nicola Giuliani e con i solisti Annachiara Amirante, Claudia D’Antonio, Luisa Ieluzzi, Stanislao Capissi, Alessandro Staiano, Danilo Notaro (registrato dal vivo il 23 dicembre). Si spera adesso in un miglioramento della situazione per una ritorno in grande stile all’attività ordinaria dello storico Teatro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome