Coronavirus, record di morti in Gran Bretagna: superata quota 100mila

Il premier britannico Boris Johnson ha detto che c'è un "rischio sostanziale" che gli ospedali finiscano i posti letto in terapia intensiva per i pazienti Covid-19

AP Photo/Luca Bruno

MILANO – Il Regno Unito ha registrato un nuovo record di morti giornalieri per Covid-19 con 1.564 vittime confermate nelle ultime 24 ore. Il bilancio totale dei decessi nel Paese ha così superato quota 100mila con 101.160 morti registrati dall’inizio della pandemia. Nel Regno Unito, precisa il Guardian, ci sono stati 93.418 decessi per coronavirus registrati dalle agenzie di statistica sulla base dei decessi con Covid sul certificato di morte, dall’inizio della pandemia fino al 10 gennaio. E altri 7.742 decessi da allora, secondo i dati pubblicati dal governo. Il Regno Unito ha ora uno dei peggiori tassi di mortalità da Covid al mondo, pari a 151 ogni 100.000 persone.

Johnson: “Gli ospedali rischiano di finire i posti letto”

Il premier britannico Boris Johnson ha detto che c’è un “rischio sostanziale” che gli ospedali finiscano i posti letto in terapia intensiva per i pazienti Covid-19. Parlando in audizione alla Camera, il premier britannico ha sottolineato che non sa quando la capacità delle strutture sarà superata. Ma ha affermato che il rischio è sostanziale. Ad ora ci sono il 70% in più di pazienti ricoverati rispetto al picco di aprile e la pressione sul sistema sanitario è “considerevole”, ha detto Johnson.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome