Borsa, Piazza Affari esulta con Leonardo e Moncler: tra le banche la migliore è Bper

Sul fronte dei titoli di Stato, chiusura in ribasso per lo spread tra Btp e Bund tedesco a 93 punti base

MILANO – Finale d’ottava a spron battuto per i mercati che trovano sponda nelle dichiarazioni del nuovo segretario al Tesoro americano, Janet Yellen, che spinge per ulteriori stimoli. Ieri l’ex numero uno della Federal Reserve ha invocato il lancio imminente di un bazooka fiscale anti-Covid-19. Sottolineando che un grande piano di stimoli è ancora necessario per garantire un pieno recupero all’economia degli Stati Uniti.

Esulta Piazza Affari

Piazza Affari ha così interrotto il tris di sedute in ribasso. L’indice Ftse Mib ha chiuso a 23.136,31 punti, in progresso dello 0,94%. Protagonista assoluta di giornata è stata Leonardo, arrivata a guadagnare oltre il 10% a 6,59 euro nel corso della seduta sulla scia delle indiscrezioni che vedono in rampa di lancio l’Ipo di Drs, la controllata statunitense specializzata nella tecnologia per la difesa.

Sprint di Eni

Sotto i riflettori anche Eni (+1,1%) risalita nella seconda metà di giornata dopo una iniziale fredda accoglienza ai conti 2020, che hanno comunque battuto le attese a livello di di utile netto e utile operativo nel IV trimestre 2020. A metà giornata il gruppo del Cane a sei zampe ha poi presentato il nuovo business plan al 2024 che prevede un capex medio annuo di 7 miliardi di euro Complessivamente, il dividendo cresce di circa l’8% rispetto alla precedente politica di remunerazione. Il dividendo verrà suddiviso in due tranche di pagamento di pari importo a settembre e maggio. Il nuovo piano indica l’obiettivo a lungo termine di emissioni zero entro il 2050.

Banche: Bper è la migliore

Tra le banche spicca il +4% di Bper, sempre al centro delle voci di M&A in queste ultime settimane. E che si conferma il titolo migliore del Ftse Mib da inizio anno. Intanto oggi Goldman Sachs nel report di aggiornamento sulle banche italiane che confermato buy su Bper con target price a 2,5 euro (upside potenziale del 40%).

Su Leonardo e Moncler

Reazione molto positiva ai conti 2020 per Moncler. Il titolo del gruppo guidato da Remo Ruffini ha chiuso a +5,4% a 53,32 euro per azione. Il gruppo dei piumini ha comunicato i risultati per l’esercizio 2020 che è stato archiviato con ricavi consolidati 1.440,4 milioni di euro (-11% a tassi di cambio costanti). Mentre nel corso del quarto trimestre il fatturato è salito a 675,3 milioni (+8% a tassi di cambio costanti). Il consiglio di amministrazione ha inoltre proposto un dividendo di 0,45 euro per azione, pari a complessivi 113,7 milioni.

Sul fronte dei titoli di Stato, chiusura in ribasso per lo spread tra Btp e Bund tedesco a 93 punti base.

(AWE/LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome