Chiesa crollata a Napoli, il parrucchiere Marco: “Col negozio chiuso rischio di fallire”

Dopo un anno di lockdown Marco non può riaprire la sua attività prima della messa in sicurezza dell’area, sottoposta a sequestro giudiziario

Il salone di parrucchiere di Marco Ricciardiello è chiuso dal 20 gennaio, giorno del crollo che ha coinvolto la facciata della Chiesa del Rosariello, all’incrocio tra via Stella e piazza Cavour. Il cedimento è avvenuto proprio di fronte il suo negozio. Dopo un anno di lockdown Marco non può riaprire la sua attività prima della messa in sicurezza dell’area, sottoposta a sequestro giudiziario. Intanto, però, la strada su cui il suo salone affaccia continua a essere percorsa da centinaia di pedoni che camminano sulle transenne abbattute. Nessuna comunicazione dalle forze dell’ordine: prima di riaprire, Marco dovrà aspettare mesi. Il servizio di Rita Sparano per Cronachedi.it.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome