Commando uccide ambasciatore italiano, un carabiniere e il loro autista

E' accaduto nella Repubblica Democratica del Congo. L'attacco sarebbe avvenuto a scopo di rapina

In this images made from video, the gate of the United Nations base where the Italian ambassador to Congo was taken after the convoy in which he was traveling was attacked, in Goma, North Kivu province, Congo Monday, Feb. 22, 2021. The Italian ambassador to Congo Luca Attanasio, an Italian carabineri police officer and their Congolese driver were killed Monday in an attack on a U.N. convoy in an area that is home to myriad rebel groups, the Foreign Ministry and local people said. (AP Photo/Justin Kabumba)

L’ambasciatore italiano e un carabiniere vittime di un commando terroristico. E’ accaduto nella Repubblica Democratica del Congo.

L’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi da un commando

L’attacco

Il commando ha attaccato alle 10 (le 9 italiane) il convoglio della Monusco, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo, su cui viaggiava Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo, e un carabiniere, Vittorio Iacovacci, che da settembre del 2020 lavorava presso l’ambasciata italiana. L’attentato, confermato dalla Farnesina, si è consumato sulla strada tra Goma e Bukavu, nella Regione del Nord-Kivu che ospita il Parco dei Virunga, famoso per i gorilla di montagna e sorvegliato da 628 ranger armati. Secondo fonti locali, per l’agguato sono state utilizzate armi leggere. C’è inoltre anche una terza vittima, l’autista.

L’ipotesi

Secondo i media locali, l’attentato sarebbe stato un tentativo di rapina, ma sia sulle dinamiche che sul movente sono in corso accertamenti. Una fonte locale specifica che “l’ambasciatore è deceduto dopo essere stato ferito da colpi d’arma da fuoco all’addome ed è arrivato all’ospedale di Goma in condizioni critiche” e che “le forze armate del Congo stanno facendo il possibile per sapere chi siano gli autori dell’attacco”.

La promessa

“Prometto al governo italiano – ha dichiarato la ministra degli Affari esteri congolese, Marie Tumba Nzezache l’esecutivo del mio Paese porrà in atto tutto il necessario per scoprire chi sia all’origine di questo ignobile crimine. E’ con pena e molta tristezza che abbiamo appena appreso del decesso del giovane ambasciatore italiano in un convoglio del Pam”. Intanto la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine coordinato dal procuratore capo Michele Prestipino che procederà per “sequestro di persona con finalità di terrorismo”. I magistrati romani per le indagini hanno delegato i carabinieri del Ros.

Il dolore

Grande commozione da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio per quanto accaduto questa mattina in Congo. “Ho accolto con sgomento la notizia del vile attacco che poche ore fa ha colpito un convoglio internazionale nei pressi della città di Goma – ha detto Di Maio – uccidendo l’ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. La Repubblica Italiana è in lutto per questi servitori dello Stato che hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri professionali in Repubblica Democratica del Congo”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome