Proroga dei divieti tra le regioni mette la parola fine al turismo invernale

"La proroga al divieto di spostamento tra le regioni al 27 marzo prossimo sancisce la fine alla stagione turistica invernale"

Foto LaPresse/Tiziano MAnzoni

VENEZIA – “La proroga al divieto di spostamento tra le regioni al 27 marzo prossimo sancisce la fine alla stagione turistica invernale. Ora si pone l’esigenza di intervenire velocemente, mettendo ristori e indennizzi immediati a disposizione delle attività del settore. Per far conoscere da vicino le difficoltà che sta attraversando anche la nostra regione, fino al 2019 la più turistica d’Italia, porterò i dati e le stime relative al calo del fatturato all’attenzione del ministro Garavaglia già nell’incontro convocato per il 24 febbraio con gli assessori regionali”. È questo il commento dell’assessore regionale del Veneto al Turismo Federico Caner. “Va forse ricordato che in Veneto – prosegue Caner -, la Regione che fino all’anno scorso aveva il tasso più basso di disoccupazione, pari al 6,6 per cento, la filiera del turismo comprendeva oltre 30mila imprese e occupava oltre 163mila persone. Davanti però a questa situazione la strada maestra appare una sola: quella di un piano vaccinale molto più rapido rispetto a quello che stiamo vivendo. Inoltre alla tempestività delle decisioni dovrà corrispondere una chiara e tempestiva comunicazione al settore, evitando così di ripetere errori come quello commesso con gli operatori del mondo della montagna”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome