Casellati: “Test per verificare chi è immune per ripartire”

Le parole della presidente del Senato

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse 16-12-2019 Roma Politica Senato. Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022 Nella foto Maria Elisabetta Alberti Casellati Photo Fabio Cimaglia / LaPresse 16-12-2019 Rome (Italy) Politic Senate. State budget for the 2020 financial year and multi-year budget for the 2020-2022 period In the pic Maria Elisabetta Alberti Casellati

ROMA – “Si potrebbe, ad esempio, proporre al governo di generalizzare la somministrazione di test sierologici validati, per individuare chi è immune da virus. Ciò consentirebbe a ciascuna Regione di predisporre una mappatura delle attività produttive individuando quali settori economici riaprire subito in condizioni di sicurezza e con quali modalità. E poi, in un momento così critico, agevolare anche fiscalmente il trasferimento di beni dai genitori ai figli sarebbe di grande aiuto alla prima azienda italiana: la famiglia”. Così la presidente del Senato Elisabetta Casellati, intervistata dal Corriere della Sera.

“Vedo una situazione preoccupante: aziende, alberghi, bar, ristoranti chiusi; professionisti, imprese, commercianti e artigiani in forte affanno. Tante famiglie faticano ad arrivare alla fine del mese. Occorre una strategia di medio e lungo periodo per fare ripartire il Paese – ha aggiunto – Da europeista convinta quale sono, sin dai primi giorni di questa crisi ho ripetutamente richiamato il ruolo fondamentale dell’Unione europea, che mai come in questo momento ha una grande opportunità: dimostrare che la solidarietà, uno dei suoi pilastri, non è solo una parola, ma un fatto concreto. L’espressione della capacità di risolvere i problemi senza egoismi nazionali. O l’Unione sarà all’altezza della sfida o avrà definitivamente perso la sua ragione di essere. Si è davvero cittadini europei se tutti assieme ci possiamo sentire parte di un destino comune”.

“Indipendentemente dagli strumenti che deciderà di utilizzare, l’Europa deve comprendere che non è solo attraverso il ricorso al debito nazionale che si aiutano gli Stati. L’Unione deve elaborare soluzioni coraggiose, deve investire sulla ripresa dell’Italia liberando risorse e liquidità”, si spiega Casellati.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome