Coronavirus, in Germania scoppiano le proteste contro le restrizioni: scattano gli arresti

La polizia tedesca ha riferito che decine di persone sono state arrestate per protesta contro le restrizioni messe in campo a causa della pandemia da coronavirus dopo che alcuni raduni sono diventati violenti nella giornata di ieri.

BERLINO – La polizia tedesca ha riferito che decine di persone sono state arrestate per protesta contro le restrizioni messe in campo a causa della pandemia da coronavirus dopo che alcuni raduni sono diventati violenti nella giornata di ieri. La polizia di Berlino ha riferito che 86 persone sono state arrestate dopo il lancio di alcune bottiglie contro gli ufficiali durante una manifestazione in Alexanderplatz. Negli scontri un ufficiale è rimasto ferito. Un altro poliziotto è invece rimasto ferito in un altro scontro avvenuto di fronte all’edificio del Reichstag dove sono state arrestate 45 persone.

L’accaduto

Nella città occidentale di Dortmund, la polizia ha riferito che un uomo ha attaccato una troupe televisiva durante una protesta. Si tratta del terzo episodio di questo tipo in Germania nelle ultime due settimane. L’aggressore, un 23enne, è stato arrestato. La polizia nella vicina Colonia ha espresso indignazione per il fatto che alcuni manifestanti in città hanno invitato le persone a rimuovere le loro mascherine quando entrano nei negozi. “Sembra che queste persone non abbiano ancora capito che non si tratta solo della loro salute ma anche della vita di altri”, ha dichiarato il capo della polizia di Colonia. Nonostante il graduale allentamento delle restrizioni in Germania nelle ultime settimane, le proteste sono montate, riunendo gruppi di estrema destra e persone che credono che il virus sia innocuo o che faccia parte di una cospirazione globale.

LaPresse

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome