Costa: “Mini quarantene per gli studenti vaccinati e in classe senza mascherine”

A girl wearing a face mask reacts during festivities marking the beginning of the school year at a school in Bucharest, Romania, Monday, Sept. 13, 2021. Children returned to classrooms in Romania, a country with one of the lowest COVID-19 vaccination rates in the European Union, as the daily infection numbers continue to rise. (AP Photo/Andreea Alexandru)

Roma – “Con questi dati epidemiologici così favorevoli, si potrebbe avviare un percorso per introdurre la revisione della quarantena per gli alunni vaccinati (per esempio da 7 a 5 giorni). Azione che limiterebbe ulteriormente la Dad”. Così il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervistato da ‘Il Giornale’.

“Sarei favorevole a non utilizzare le mascherine in classe, soprattutto se ci troviamo in un ambiente sicuro con personale docente e studentesco vaccinato”. Così il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervistato da ‘Il Giornale’. “Occorrono però alcuni distinguo. Se in una classe c’è un soggetto fragile credo sia opportuno farla mantenere a tutti. In una stanza molto grande con pochissimi studenti tutti vaccinati sarebbe eccessivo costringerli alla mascherina. Affidiamoci al senso di responsabilità dei nostri ragazzi e facciamo alzare ulteriormente la percentuale dei vaccinati nella fascia 12-19. Le regole non sono scritte sulla pietra. Togliere la mascherina non deve diventare elemento discriminatorio per chi non è vaccinato, non essendoci un obbligo generalizzato”.

(LaPresse)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome