Ferrara, bimbo di 1 anno morto e madre con tagli ai polsi: ipotesi omicidio-tentato suicidio

Al momento, non ci sono iscritti nel registro degli indagati: nei confronti della donna non è stato emesso alcun provvedimento

Foto Lapresse in foto carabinieri della scientifica

MILANO – Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte del piccolo di 1 anno, ritrovato senza vita nella sua casa. L’ipotesi è quella dell’omicidio-tentato suicidio. É stata la mamma, una donna di 29 anni, a chiamare all’alba il 122. Al momento, non ci sono iscritti nel registro degli indagati: nei confronti della donna non è stato emesso alcun provvedimento.

La telefonata ai carabinieri

“Mio figlio è morto”, ha detto ai carabinieri nella telefonata all’alba, poco dopo le 6. Al loro arrivo, i militari hanno trovato la donna con profondi tagli ai polsi, in evidente stato di schock. Il piccolo era ancora nel lettone dove aveva dormito. Ai militari, la madre ha raccontato di essere stata lei a uccidere il piccolo e di essersi tagliata le vene perché voleva morire. La donna ha aggredito i carabinieri che, con il supporto della polizia, sono riusciti a contenerla prima di farla trasferire in ospedale, a Cona, nel Ferrarese, dove si trova tuttora. La donna non è al momento in grado di essere interrogata.

Il ritrovamento e le indagini

Su disposizione del pubblico ministero, Lisa Busato, nella casa dove è stato ritrovato morto il bimbo di 1 anno, è arrivato il medico legale che ha escluso segni e lesioni che possano essere ricondotti a gesti violenti. Solo l’autopsia potrà chiarire le cause del decesso.

In casa, i militari hanno trovato anche altri due bambini, di 5 e 9 anni, che dormivano in un’altra stanza e che sono stati affidati alla nonna. I soccorsi del 118 hanno provato per 45 minuti a rianimare il piccolo, ma hanno potuto solo constatarne la morte. Nella casa, sono arrivati anche la madre della donna e il padre dei bambini, avvisati con un messaggio su whatsapp dalla 29enne. L’uomo, un un 36enne tunisino regolare sul territorio nazionale, ha riferito di aver lasciato la casa da circa un mese, per incomprensioni con la compagna. Le indagini dei carabinieri vanno avanti per cercare di chiarire ogni aspetto della vicenda.

(LaPresse/di Laura Pirone)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome